Esame Meccanico


L'analisi meccanica (tiraggio, combustione, cenere) non riguarda le proprietà qualitative del sigaro ma ha comunque un'importanza notevole nella valutazione del sigaro.

 

Tiraggio

Un sigaro ha un tiraggio ottimale quando il fumo perviene in modo costante ad ogni boccata, senza sforzo particolare. Ricordiamo che ogni sigaro, in base alle proprie dimensioni ha uno specifico tempo di fumata. Se non si rispetta questo tempo di fumata il tiraggio potrebbe essere compromesso e la fumata risulterebbe acidula e amara. Fumare un sigaro troppo velocemente significa non dargli il tempo per eliminare l'umidità che il tabacco, bruciando, genera. Questo generalmente provoca un arresto del tiraggio quando si è a circa metà sigaro. Solo grazie all'esperienza il degustatore può sapere qual è il tempo ideale di fumata. In base a queste considerazioni il tiraggio potrà essere:

 

-       Eccessivo

-       Faticoso

-       Normale

-       Eccellente

 

 

Combustione

Gli aspetti relativi alla combustione si valutano con l'analisi del braciere lungo il corpo del sigaro mentre lo stiamo fumando. La combustione sarà ottimale se il sigaro brucia regolarmente e l'anello di fuoco è leggermente conico o parallelo ai lati. Sarà irregolare se tende a spegnersi o brucia in misura maggiore su di un lato.

La combustione potrà essere:

 

-       Non Omogenea

-       Poco Omogenea

-       Regolare

-       Eccellente

 

Cenere

La cenere è anch'essa un indicatore della qualità. Sarà infatti ottimale se solida e compatta, presenterà invece delle problematiche se friabile o poco solida. Il suo colore (dal grigio chiarissimo al nero opaco) può infine fornire indicazioni sulla composizione chimica delle foglie.

 

-       Friabile

-       Abb Compatta

-       Compatta

-       Solida