Sigari dell’Honduras


L'Honduras si trova nel centro America, a Nord ovest di un altro dei maggiori produttori di sigari, il Nicaragua. Il suo suolo fertile e le ottime condizioni climatiche permettono la crescita di numerosi tipi di semi di tabacco. In Honduras è anche presente un tipo di tabacco selvatico che è stato usato dagli indigeni per centinaia di anni.

La storia delle dei sigari honduregni in molti modi assomiglia a quella del vicino Nicaragua: i paesi sono confinanti ed entrambi hanno avuto stessi problemi legati alla guerra civile e a disastri naturali.

La nazionalizzazione dell'industria cubana dei sigari ha aiutato l'industria honduregna a cominciare il suo sviluppo grazie all'arrivo di esuli cubani in Honduras. Infatti negli anni 60 alcuni dei produttori dei migliori sigari cubani si spostarono in Honduras e negli altri paesi vicini del centro America in cerca di nuova terra dove crescere il tabacco e produrre sigari.

Anche l'embargo americano a Cuba diede un ulteriore sviluppo all'industria dei sigari in Honduras. Negli anni ’60 e ’70 l’industria crebbe, si crearono molte piantagioni di tabacco e l'Honduras produsse fra i migliori sigari premium del mondo in quel periodo.

Negli anni 80 ci furono problemi nell'industria dei sigari honduregna, dovuti ai disordini di piazza nel confinante Nicaragua, che si propagarano anche in Honduras. Parti dell'Honduras furono usate come base dai gruppi dei “Contras" che combattevano contro il governo socialista in Nicaragua.

Inoltre a metà degli anni 80 le piantagioni di tabacco dell'Honduras furono gravemente colpite dalla muffa blu. Nei primi anni 90 l'industria del sigaro honduregna cominciò a risollevarsi. Seconda solo alla Repubblica dominicana, l'Honduras esportò negli Stati Uniti 40 milioni di sigaro all’anno, per tutti gli anni 90.

Purtroppo l'Honduras fu colpito da un nuovo disastro naturale nel 1998 quando l'uragano Mitch spazzò via la maggior parte delle piantagioni di tabacco e danneggiò gravemente le infrastrutture del paese.

Nonostante il paese sia soggetto spesso a inondazioni e uragani, quando le condizioni sono buone, l'Honduras continua ad essere uno dei maggiori produttori di sigari del mondo.


Tratto da: cigarcabana.com